venerdì 21 ottobre 2016

marmellata di melograno

Ingredienti:

1 lt di succo di melograno
300 gr di zucchero semolato
una busta di fruttapec 3 1 della cameo
buccia di una arancia grattugiata.

 Mettere tutto in una pentola portate ad ebollizione per 5 minuti, poi fare la prova mettere un cucchiaino in un piattino raffreddate velocemente e vedere la consistenza.

lunedì 22 agosto 2016

spiedini di pane

tagliate a fettine quadrati il pane 4x4 friggeteli in una padella con olio extravergine.
Mondate i friarielli, togliendo i gambi e le foglie più dure e lavarli molto bene.
In una padella a parte, fate rosolare uno spicchio di aglio e un peperoncino nell'olio tuffatevi i friarielli e chiudete con un coperchio.
Appena i friarielli saranno ammorbiditi  togliete il coperchio e continuare la cottura a fuoco vivace per altri 5 minuti circa.
a parte Cuocete le salsicce in una padella con un filo d'acqua.
Dopo circa 10 minuti, con la forchetta punzecchiate le salsicce.
 quando l'acqua si è asciugata aggiungete un filo d’olio, poi sfumate con il vino bianco e fate rosolare.
dopo tagliatele a fettine Unite le salsicce nella padella con i friarielli e lasciare insaporire per altri 5 minuti. ora prendete un pezzetto di pane dove sopra mettete i friarielli una fettina di salsiccia e una di provola e chiudere con l'altro pezzotto di pane che fermerete con uno stecchino di legno






Spaghetti con pomodorini gratinati

In una ciotola mettere il pan grattato, pamigiano, sale, pepe, e un cucchiaino di pesto, amalgamare tutto molto bene. Lavare i pomodorini, tagliarli a metà nel senso della lunghezza, adagiarli su una teglia rivestita di carta da forno con la parte tagliata verso l'alto, cospargerli co il composto di pan grattato, aggiungere su ogni fila di pomodorini un filo di olio evo e infornarli a 180° fino a gratinatura (dipende dal forno). Intanto lessare gli spaghetti aggiungere qualche cucchiaio di acua di cottura che vi servirà per amalgamare gli spaghetti ai pomodori, mescolate bene, impiattatae e aggiungere altri pomodorini gratinati!

paccheri farciti e tritti


Ingredienti Paccheri 20

 Mozzarella di bufala 150 g
 Ricotta 300 g
Parmigiano grattugiato 100 g
volendo potete aggiungere 100 gr di proscutto ccotto
 Latte q.b
Sale q.b. pepe q.b
Basilico una foglia per ogni pacchero

 per la salsa di pomodoro

 pomodori freschi 1 kg
 cipolla 1/2
Olio di oliva extravergine q.b
 Basilico qualche foglia
Sale q.b.
per impanare
Uova 3
Pangrattato q.b
 Sale q.b.
 per friggere Olio di semi 1 l

 sbollentate i pomodori in acqua per qualche minuto, privateli dalla buccia e passateli al setaccio. In una pentola fate rosolare olio e cipolla versatevi il pomodoro sale pepe fate cuocere per circa 10 minuti se occorr aggiungere un goccio di acqua in fine il basilico.

cuocere i paccheri in acqua e sale, scolandoli quando saranno ancora aldente, scolarli, fermare la cottura passandoli velocemente sotto il getto di acqua fredda. Lasciateli asciugare. Intanto in una ciotola amalgamate la ricotta con dadini di mozzarella, sale, pepe  parmigiano e se necessario aggiungere un goccino di latte, dovrete ottenere una crema morbida. Riempite con il composto così ottenuto una sac a poche e farcire i paccheri uno ad uno, dopodichè impanateli, passsandoli nell'uovo e pangrattato, ripetere l'operazione solo per le due estremità. Friggeteli in olio ben caldo. io li ho serviti in dei bicchierini dove ho aggiunto il sughetto di pomodoro sulla base e poggiato i paccheri fritti sopra, guarnire con una foglia di basilico fresco.



domenica 21 agosto 2016

Conchiglioni alla caprese




ingredienti:
conchiglioni   qb
pesto fatto in casa  qb
pomodorini ciliegini  qb
mozzarella ciliegini   qb
 foglie di basilico  qb

Lessate i conchiglioni in abbondante acqua salata, scolateli quando ancora saranno molto aldenti, passarli subito sotto il getto di acqua fredda per fermare la cottura, poggiarli sopra uno strofinaccio pulito e lasciateli aciugare. Riprendere i conchiglioni sporcare il fondo con un pò di pesto, adagiateci sopra strati verticali di mini fettine di mozzarella, pomodori e guarnite cn basilico, infine lucidare con olio evo.

lunedì 2 maggio 2016

mezzo rubino


mezza sfera,( base montersino) bavarese al cioccolato al latte e al cioccolato bianco, con un cuore di gelèe di fragolae ricoperta glassa barry




Ingredienti
Per le tre bavaresi
Latte intero fresco : 400 g
Zucchero semolato : 75 g
Tuorli : 225 g
Gelatina in polvere : 18 g
Cioccolato fondente al 70% : 125 g
Cioccolato al latte : 125 g
Cioccolato bianco : 125 g
Panna al 35% di grasso : 750 g

Per il biscotto al cacao senza farina
Albumi : 180 g
Tuorli : 120 g
Cacao amaro in polvere : 55 g
Zucchero semolato : 190 g


Preparazione
1
Per le tre bavaresi  ( io ho fatto solo due gusti )
Portate a bollore il latte e unitelo ai tuorli sbattuti con lo zucchero. Fate cuocere fino ad arrivare a 85 °C.

Fuori dal fuoco unite la gelatina ammollata. Con l’evaporazione della cottura e con l’aggiunta della gelatina idratata si otterranno 750 g di crema inglese.





Dividete la crema ottenuta in tre parti uguali ( io ho diviso in due ) (250 g ognuna). Unite a ciascuna un tipo di cioccolato diverso, ridotto a pezzetti.



Scaldate le creme fino a 30 °C senza mescolarle. Alleggeritele con la panna semimontata (250 g per ogni porzione). Lasciate da parte.



3
Per il biscotto al cacao senza farina
Montate gli albumi con lo zucchero. Unite poi a mano i tuorli liquidi e infine il cacao setacciato.

Stendete il biscotto sopra un foglio di carta da forno. Infornatelo a 190 °C per circa 10 minuti. Quando è pronto, lasciatelo raffreddare.

4


Per il montaggio del dolce
Mettete sul fondo dello stampo a mezza sfera un terzo della bavarese poi ho inserito al centro una semisfera più piccola di geèle di fragola congelata completare con l'altro gusto di bavarese chiudete con un disco leggermente più piccolo della sfera stessa, mettere nel congelatore e poi coprite con la glassa barry.


questa è la glassa berry
150 gr di acqua
125 gr di zucchero
175 gr di sciroppo di glucosio (quello denso)
100 gr di latte condensato zuccherato
13 gr di gelatina in fogli
180 gr di cioccolato bianco
q.b. di colore bianco (biossido di titanio, facoltativo)
q.b. di colore rosso (il mio in polvere, idrosolubile)
q.b. di colore nero (facoltativo, il mio in pasta, idrosolubile)


Per la glassa Barry rossa:
In un tegame portare ad ebollizione acqua, zucchero e sciroppo di glucosio. Togliere dal fuoco e versare il latte condensato. Una volta raggiunti i 65°C unire il cioccolato a pezzi e la gelatina precedentemente ammollata e ben strizzata. Mescolare un pizzichino di biossido di titanio (colorante bianco, facoltativo). Prelevare 2 cucchiai di glassa e metterla in una ciotolina, aggiungere il colorante rosso (il mio in polvere idrosolubile) e un goccio di colore nero (il mio in pasta), mescolare e versare questo nel resto della glassa bianca, mescolare e ripetere la stessa operazione fino ad arrivare alla densità di colore rosso desiderato. Emulsionare bene con il minipimer e filtrare la glassa ottenuta 2-3 volte (io 4). Far riposare in frigorifero una notte intera. (Se non si ha tempo si può filtrare e colare subito sul dolce, quando avrà raggiunto i 36°C).













lunedì 25 aprile 2016

Granola fatta in casa

Salve questa è la granola la ricetta e di fable de sucre.


 
La granola è un mix di fiocchi d’avena,
miele, frutta secca e disidratata. La potete consumare con lo yogurt (appunto) o nel latte, è buonissima mangiata anche così, secca.  Il bello di questa granola è che la potete personalizzare come vi pare e piace, rispettate le proporzioni e fate tutte le sostituzioni che vi vengono in mente. Per la mia ho usato: avena, mandorle e mirtilli rossi. Ma potete usare ad esempio: nocciole, noci, riso soffiato, semi di girasole, noci pecan, albicocche disidratate, uvetta, cocco, gocce di cioccolato. E’ dolce, croccantissima, profumata e davvero deliziosa. Si formeranno dei piccoli agglomerati che sono golosissimi! Con l’aggiunta di qualche frutto fresco di stagione, la vostra colazione sarà una favola. :) 

GRANOLA: 

(Dose per 500 g di granola)
  • 125 g di fiocchi d’avena
  • 125 g di mandorle grezze
  • 50 g di mirtilli rossi disidratati
  • 50 g di zucchero di canna
  • 60 g di miele
  • 60 g di acqua 
  • 30 g di burro 

 (io ho aggiunto mandorle,  nocciole, noci pecan,   semi di girasole,  albicocche disidratate, uvetta, cocco, banana,  mirtilli rossi, mela ecccc.)

La procedura è davvero semplice, partiamo con accendere il forno a 140° in modalità ventilata. 
Nel frattempo tagliamo le mandorle grossolanamente con un coltello, versiamole in una ciotola assieme ai fiocchi d’avena e lo zucchero di canna e mescoliamoli fra loro. I mirtilli per il momento li teniamo da parte. 
In un pentolino facciamo lo sciroppo, quindi mettiamo: l’acqua, il miele e il burro a piccoli pezzettini, in maniera che si sciolga prima che lo sciroppo prenda bollore. Poniamo lo sciroppo sul fuoco, portiamo a bollore e facciamolo sobbollire per un paio di minuti a fuoco dolce.  
Aggiungiamo tutto lo sciroppo agli ingredienti secchi e mescoliamo bene in maniera che sia omogeneo e ben incorporato. Foderiamo una leccarda con carta da forno e versiamoci sopra la granola distribuendola su tutta la superficie con il dorso di un cucchiaio. 
Collage granola
Quando il forno raggiunge temperatura, infornate. Abbiate cura ogni 10 minuti circa di mescolare la granola, altrimenti l’avena si brucia. Passati circa 30 minuti, potete aggiungere anche i mirtilli e proseguire la cottura per altri 15 minuti circa, sempre mescolando ogni tanto. 
Sfornate, raggruppate la granola al centro della leccarda e lasciate raffreddare. Quando sarà fredda, diventerà un unico blocco e voi potete decidere di sgranarla con le mani, oppure se come a me vi piacciono gli agglomerati cercate di preservali. 
Conservate la granola al riparo dall’aria, basterà un vaso di vetro, si conserva al massimo per 15 giorni. Se decidete di arricchire la vostra granola con delle gocce di cioccolato, aggiungetele man mano, quando la consumate. Al mattino non vedrete l’ora di alzarvi per fare colazione! :)